Welfare Aziendale

Il Welfare nel Gruppo Unipol vuole essere generativo: liberare e rigenerare energie, valorizzare le capacità della persona e dare linfa nuova, facilitare gli ambiti di vita, rendere la vita al tempo stesso più profonda e più leggera per affrontare con successo le importanti sfide personali e professionali della vita.

Il Welfare nel Gruppo Unipol è articolato su due livelli:

  • il primo, così detto “storico”, riguarda le attività collegate all’assistenza sanitaria ed alla previdenza complementare. Questi benefit, introdotti anche a seguito della contrattazione con le rappresentanze sindacali, sono da tempo patrimonio del rapporto tra impresa e dipendente. L’erogazione delle prestazioni di assistenza sanitaria e di previdenza complementare avviene attualmente tramite 9 Fondi Pensione e 19 Casse Assistenza a copertura dei lavoratori dei settori assicurativo, bancario, agrario, commerciale, turistico e terziario
  • il secondo abbraccia 3 ambiti: 
    • i Servizi Libera Tempo 
    • i Servizi alla Persona 
    • Integrazione e Progetti di Volontariato.

Servizi Libera Tempo nascono per agevolare il dipendente nelle attività quotidiane e liberare tempo da dedicare ad attività a maggior valore aggiunto. Con questa finalità negli ultimi anni si sono sperimentati nella sede di Bologna, Torino e San Donato Milanese alcuni servizi tra i quali consegna farmaci in azienda, calzolaio, lavanderia, piccoli lavori di sartoria, consegna frutta e verdura biologica da agricoltura sociale, servizi di manutenzione domestica e servizi di manutenzione auto.

I Servizi alla Persona sono studiati per rispondere ad esigenze di supporto e accudimento della famiglia, dalla cura dei figli a quella degli anziani, tesi a facilitare l’accesso a competenze, personale, strutture affidabili e selezionate. Le attività avviate includono servizi di cura e assistenza a domicilio per bambini e anziani, l’asilo interaziendale, Centri Estivi per bambini e ragazzi fino a sedici anni di età nel periodo di chiusura scolastica, programmi di orientamento allo studio e al lavoro per diplomandi e laureandi.

Inoltre il Gruppo supporta l’istruzione dei figli dei dipendenti attraverso 150 borse di studio Unipol e 12 borse di studio all’estero Intercultura. Le prime premiano i migliori risultati dei percorsi di studio medie-inferiori, medie-superiori e universitari. Le seconde, rivolte a studenti di età compresa tra i 14 e i 18 anni, prevedono soggiorni studio all’estero in oltre 140 Paesi nel mondo.

Nell’ambito Integrazione e progetti di Volontariato ci occupiamo principalmente di tre ambiti:

  • Progetti di genere e di conciliazione per favorire la relazione tra vita familiare e professionale e lo stare in azienda, come l’iniziativa “Bimbi in ufficio” e percorsi di formazione ad hoc;
  • Progetti di supporto alla disabilità, tema su cui Unipol si pone da sempre con sensibilità ed attenzione, con analisi dei bisogni, percorsi di formazione e servizi dedicati, ausili tecnologici specifici;
  • Progetti di volontariato, come stimolo all’integrazione dei tempi propri e di dedizione agli altri con l’obiettivo di favorire l’attenzione verso i sistemi più fragili ed il territorio.

Costruiamo insieme un Welfare dedicato a te

93
% dei Dipendenti
conosce il Welfare di Gruppo
81
% dei Dipendenti
ritiene il Welfare rilevante
50
% dei Dipendenti
ritiene che il Welfare rafforzi il senso di appartenenza all’Azienda
90
%
è la percentuale delle iniziative ritenute positive dai Dipendenti

Una sintesi dei risultati della survey lanciata il 2 febbraio 2016 sul Welfare del nostro Gruppo. L’obiettivo era quello di verificare la percezione generale del Welfare aziendale, misurare il livello di conoscenza, utilizzo e soddisfazione delle singole iniziative e raccogliere i bisogni per il futuro.